Breaking

IL BILANCIO DEGLI ORGANIZZATORI

PrimaPagina / 29 maggio 2016

Se la cura tecnica del concorso di Piazza di Siena spetta alla FISE, il marchio sullo spettacolo, sull’organizzazione dell’evento, sulla comunicazione è opera di TBWA-Integer, una delle più quotate agenzie di marketing e organizzazione di eventi al mondo. Per TBWA-Integer il 2016 è stato il terzo anno a Piazza di Siena e i numeri sono di stagione in stagione cresciuti. Quelli di quest’anno migliorano il passato di un buon 20 per cento: 50.000 presenze distribuite da mercoledì a domenica considerando i 20.000 biglietti staccati (sold out delle tribune per venerdì, sabato e domenica) e il forte numero degli spettatori che hanno affollato le aree libere e gratuite del prato. Incremento fortissimo anche dei contatti web, con trecentomila utenti unici sul sito, dei quali moltissimi stranieri grazie alla connessione live streaming. Il colpo d’occhio di una Villa Borghese occupata da appassionati è stato impressionante. Il resto lo hanno fatto i veri protagonisti: cavalli, cavalieri e amazzoni. Simone De Martini è l’amministratore delegato di Interger/Italy: “Si dice che il terzo anno sia il migliore perché nel primo si cerca di capire, di imparare, nel secondo, dobbiamo ammetterlo, non abbiamo avuto la necessaria lucidità, abbiamo mancato in qualche cosa invece il tre a mio giudizio è stato l’esame di laurea. E con orgoglio penso che lo abbiamo superato a pieni voti. Ho parlato con un cavaliere e mi ha confessato che tutto è andato alla perfezione dal loro punto di vista. Tradotto, il rispetto delle loro esigenze. Mi ha fatto piacere. Io amo i cavalli, mia figlia monta a cavallo e dunque il mio obiettivo primario è innanzitutto il rispetto per quelli che sono gli attori protagonisti dell’evento. Avere due sponsor come Banca Intesa Sanpaolo e Ford è stata la ciliegina sulla torta. Ma questo per la TBWA è sempre un punto di partenza, ora siamo già proiettati a un’altra sfida. Portare a Piazza di Siena le famiglie, i romani e non solo la gente che ama i cavalli. E per riuscirci vogliamo copiare dagli americani. Ogni loro grande evento, pensiamo all’Nba o al super bowl, ha una cornice che va addirittura oltre la manifestazione sportiva. Ecco, Piazza di Siena dovr‡ prevedere una serie di iniziative da coinvolgere il grande pubblico, di ogni genere, di ogni gusto. E’ una sfida e a noi le sfide piacciono“.

Alessandro Maspes promotore del progetto Piazza di Siena è un veterano. “Molto è cambiato nell’approccio con le ditte invitate per una sponsorizzazione. Da un po’ di anni c’è un coinvolgimento, una dialettica con loro. Non solo quindi ti do questo punto e basta. No, adesso si valuta insieme e la cosa è davvero stimolante. Sono molto orgoglioso in questa edizione appena conclusa di aver avuto con noi due colossi come Ford e, in qualità di title sponsor, Intesa Sanpaolo, e registrato per la prima volta l’arrivo di una firma da oltre oceano, quella di Enkel & Volkers Palm Beach (FL). Da molto tempo  non avevamo un title sponsor e averlo di nuovo presente ci gratifica, ci fa capire che la strada intrapresa è quella giusta. Un grazie poi a chi la fiducia ce la concede da molti anni come Loro Piana e Longines. Non possiamo e dobbiamo dimenticare che tre anni fa il concorso di Piazza di Siena ha davvero rischiato di non potersi disputare per la mancanza di un general contractor. La FISE avrebbe avuto diversi problemi per allestire un prodotto all’altezza. Siamo riusciti in pochi mesi a compiere un miracolo”.

La figura e il ruolo operativo di TBWA-Integer è Filippo Bonifati: “Il nostro progetto era quello di riportare Piazza di Siena ai fasti dei fratelli d’Inzeo e del pubblico che prendeva d’assalto il prato e le tribune di questa splendida e unica location. E’ stato un onore e uno stimolo per noi vedere da venerdì a domenica le tribune da tutto esaurito. Siamo gratificati di aver centrato questo obiettivo nel massimo rispetto della Piazza, di questa splendida Villa nel cuore di Roma, ogni giorno visitata da miliardi di turisti e romani. Culliamo progetti e ambizioni a 360 gradi e vogliamo presentare un biglietto da visita elegante e funzionale in vista della candidatura olimpica del 2024. Un punto di arrivo a cui teniamo non poco. Sogno per Piazza di Siena un evento che non si esaurisca in quattro giorni così come adesso ma che si protragga per due settimane. Eventi culturali, sportivi per i ragazzi delle scuole, i pony e tanto altro. Un lavoro che deve necessariamente coinvolgere la FISE e le istituzioni della Capitale. Tutti conoscono Piazza di Siena, ma forse non tutti hanno altrettanta dimestichezza con i tesori culturali, storici che in questa location si possono ammirare e studiare. L’equitazione ha nel campo delle discipline sportive due asset unici. Uomini e donne competono insieme a un animale: il cavallo. Il pensiero corre al rapporto esistente nel corso dei secoli tra uomo e cavallo. Se curiamo l’aspetto educativo insieme allo spettacolo, il successo non può non arrivare. Non vogliamo di certo come TBWA sottrarci a qualche critica arrivataci per la scarsa visibilità dell’evento dal prato. Purtroppo avevamo alcuni vincoli istituzionali ai quali non potevamo sottrarci. Però anche su questo aspetto non ci arrendiamo e faremo il possibile per eliminare anche questo ostacolo per favorire al massimo i romani, il nostro pubblico. Devo ringraziare tutto il nostro staff e in particolare il direttore di produzione e coordinatore generale Luciano Milanese“.

Vittorio Orlandi presidente della FISE mostra già idee chiare per il 2017: “Mi impegnerò per istituire una commissione permanente che lavori 365 giorni per Piazza di Siena. Lavorerò altresì per fare in modo che chi sia affaccia a Villa Borghese nei giorni del concorso si trovi a contatto con una manifestazione di grandissimo livello, ben visibile da qualsiasi punto. Però sono anche convinto del buon lavoro che stiamo facendo e migliorare questa splendida edizione sarà complicato. Diciamo che questa edizione ci è venuta molto, ma molto bene. Ma fare ancora di più è sempre possibile. Io ci credo e invito tutti i romani a spingerci verso la strada del costante miglioramento. Dateci fiducia“.






Equi-Equipe




Previous Post

MCLAIN WARD ASSO PIGLIATUTTO

Next Post

UNA MAGICA ROMA PER MCLAIN WARD




More Story

MCLAIN WARD ASSO PIGLIATUTTO

Non c’è che dire, per McLain Ward questa edizione dello CSIO di Roma Intesa Sanpaolo - Master fratelli d’Inzeo è stata...

29 May 2016